Skip to content


L’Unione della paura

La nuova estrema destra europea sfrutta le inquietudini dei cittadini per organizzarsi su scala continentale ed estendere la sua influenza su governi nazionali e istituzioni dell’Unione. Un circolo vizioso che rischia di costarci caro.

Bernard Guetta (da “Libération”)

La notizia non è finita sulle prime pagine dei giornali, ma avrebbe dovuto. Riuniti il 23 ottobre a Vienna, i rappresentanti di cinque partiti della nuova estrema destra europea [Fpö (Austria), Vlaams Belang (nazionalisti fiamminghi), Partito del popolo danese, Lega nord, Partito nazionale slovacco e Democratici di Svezia] hanno deciso di lanciare una campagna in favore di un referendum europeo sull’entrata della Turchia nell’Unione. Per ora si tratta solo di una semplice dichiarazione d’intenti. Continua qui in italiano e qui in francese.

Posted in General.

Tagged with .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.