Skip to content


[BO] ven 24 giu: NATO Urban Operation 2020 e L’onda nera europea

Si è visto in Grecia, si è visto a Lione: i neofascisti, sotto lo sguardo compiacente delle forze dell’ordine, entrano organizzati in un sobborgo povero, abitato da migranti, e si danno a violenze sistematiche, aggressioni, omicidi.

In Francia era dal lontano 1961 che i neofascisti non facevano una “ratonnade”: un pogrom antiarabo (“raton” vuol dire topo). L’ultima “ratonnade”, alle porte di Parigi, era avvenuta fra il 17 e il 18 ottobre 1961 e costò la vita a più di 200 algerini. Poi venne il ’68 e cambiò tutto. (C’è un libro che racconta quella vicenda: Paulette Péju, Ratonnades à Paris [1961], préfacé par Pierre Vidal-Naquet: l’opera, ai tempi, fu censurata ed è stata pubblicata soltanto trent’anni dopo nel 2000).

È significativo che ora in Europa ritornino i pogrom xenofobi per mano delle organizzazioni neofasciste. Essi si situano infatti nel punto d’intersezione fra razzismo e disciplinamento del lavoro, fra l’esaltazione della “razza bianca” e la guerra dei ricchi contro i poveri. Sono azioni che vogliono segnare col sangue il “capro espiatorio” della crisi economica.

Spesso i neofascisti fanno vaghi discorsi anticapitalisti, ma cercano sempre di deviare la rabbia sociale verso idee fuorvianti e odiose: corporativismo, nazionalismo, controllo, gerarchia, razzismo.

Basti dire che in Trentino l’ex senatore Renzo Gubert vuole fondare un nuovo partito per difendere l’identità trentina, la famiglia tradizionale e il territorio dagli immigrati: «Contro l’immigrazione arabo-africana!», scrivono, «Per un Tirolo trentino germanico, nordico e anglosassone». «Contro negroidi, zingaroidi, araboidi, mongoloidi…».

Per questo riteniamo importanti i due dibattiti in programma nell’ambito del Festival sociale delle culture antifasciste:

VENERDI 24 GIUGNO
——————————
ore 17, in Aula C, Scienze Politiche,Strada Maggiore 45

NATO Urban Operation 2020 (scarica la locandina)
Dibattito sul progetto capitalistico di una guerra globale contro i poveri. Diritto penale, nuove armi e pianificazione urbanistica si rivelano i mezzi per realizzare questo progetto.

ore 20, al VAG61, via Paolo Fabbri 110

L’onda nera europea e l’ultranazionalismo (scarica la locandina)
Dibattito sull’ondata xenofoba, di esaltazione dell’orgoglio nazionale su base etnica, che ha colpito l’Europa da est a ovest. Vedi anche Europa Nera.

Posted in General.

Tagged with , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.