Skip to content


Ancora maschere per CasaClown

Aveva senz’altro ragione Furio Jesi quando scriveva che «la cultura di destra è caratterizzata, in buona o in cattiva fede, dal vuoto».

Basta prendere ad esempio i turbofascisti di CasaPound che, dopo aver infilato volta a volta le maschere di Capitan Harlock, Luciano Bianciardi, Che Guevara, Madre Teresa, Rino Gaetano, Corto Maltese, persino Peppino Impastato ecc. ecc., ora cercano di aprire a Milano un sedicente circolo culturale dedicato al Corsaro Nero… Se non si nascondessero continuamente dietro qualche icona famosa totalmente estranea alla loro «cultura di destra», si vedrebbe subito il vuoto e le loro ridicole spranghe tricolori.

Ora fanno persino gli ambientalisti, ovviamente in chiave nazionale ed evoluzionista, a difesa della «selezione naturale dei capi» e della «corrispondenza biunivoca tra Società e Ambiente». Insomma, vuoto sì, ma confuso e pericoloso.

Posted in General.

Tagged with , .


One Response

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

  1. bonz says

    emm… curzio maltese??? forse corto maltese…

You must be logged in to post a comment.