Skip to content


Ancora faide in casa dell’ultradestra

Ancora faide misteriose in casa dell’ultradestra. A Viterbo una quindicina di militanti di CasaPound capeggiati da Gianluca Iannone ha condotto una vera e propria spedizione punitiva ai danni del postfascista Filippo Rossi, direttore del quotidiano on line «Il Futurista», prendendolo a pugni e poi a calci quando è caduto a terra. Forse per il successo ben sovvenzionato del festival «Caffeina».

Vedi Il Messaggero, Corriere, Viterbo News, Femminismo a Sud.

Per anni hanno preso sovvenzioni dalla destra al governo e hanno dovuto limitarsi a pestare solo immigrati e attivisti della sinistra antagonista. Le istituzioni li coprivano e i giornali di regime li trattavano sempre da «bravi ragazzi». Poi gli affari sono diminuiti, hanno cominciato a litigare fra loro, hanno morso la mando del padrone. Uno di loro a Firenze ha compiuto una terribile strage razzista, ed è stato verosimilmente «suicidato». Forse per errore, altri militanti di CasaPound  hanno picchiato alcuni iscritti del PD, e hanno subito una sollecita condanna. Lo Stato non chiude più un occhio sui loro affari. Sono più deboli e più pericolosi di qualche anno fa.

Posted in General.

Tagged with , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.