Skip to content


Notizie dalla Panzania

Ormai alla frutta, dopo aver rubato soldi e futuro a questo paese, la Lega Nord non sa più che cosa inventare. Alla Panzania e al dio Po non crede più nessuno, le ronde antirom sono state una comica, e così Magnes Bernardini ora fonda un «comitato antirazzista» per «difendere gli italiani da rom e sinti».

È la tecnica discorsiva della ritorsione tipica del nazifascismo: nei fatti, si aggredisce chi non è conforme alla «razza eletta»; ma, a parole, si dichiara di «difendersi» da un’aggressione.

A fare gli antirazzisti nazisti ci avevano già provato quelli di Forza Nuova. Trucchetti di politicanti neri, come Magnes.

Non che dall’altra parte vi sia una gran chiarezza su queste cose, tutt’altro. Ecco ad esempio il Comune di Pisa amministrato da Filippeschi (PD) che intitola una strada al fascista Giuseppe Niccolai.

Per l’Istituto Storico della Resistenza in Toscana si tratta di un fatto «assai grave» perché Niccolai è «persona e uomo politico che, con i fatti e con le parole, ha sempre manifestato e rivendicato il suo orientamento dichiaratamente fascista, prima e dopo la caduta del regime».

E intanto a Varese si è tenuto un raduno di neonazisti nel giorno del compleanno di Hitler. È andato in scena sabato 20 aprile alla Folla di Malnate dove gli organizzatori hanno affittato un capannone in disuso. Ufficialmente era una serata per festeggiare il ventennale di «Varese Skinheads», ma in realtà si è trattato di un raduno antisemita di circa 400 neonazisti provenienti da tutto il nord Italia. Insomma, dalla Panzania…

Solo una nuova lotta di liberazione potrà far rinascere la speranza di un mondo meno delirante, violento, iniquo, fascistoide: un mondo diverso, più giusto e più solidale.

Posted in General.

Tagged with , , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.