Skip to content


Ovunque Kobanê, ovunque resistenza!

Da più di due anni la zona di Rojava (Kurdistan siriano) è luogo di una rivoluzione, di natura socialista, femminista e libertaria, portata avanti dal PYD e dal suo braccio armato i YPG (Unità di protezione del popolo), che sono l’espressione siriana dell’Unione delle Comunità Kurde, che nasce dal PKK.

Dal 15 settembre l’ISIS sta assediando Kobanê, città al centro di Rojava, provocando un esodo di 160 mila profughi in maggioranza Kurdi. Se si è arrivati a questo punto è anche grazie al terrificante silenzio mediatico e politico nel quale è caduta questa battaglia come, del resto, due anni di rivoluzione.

Sono state le unità di combattimento del PKK e delle YPG/YPJ a intervenire con formidabile efficacia proseguendo la lotta che da mesi conducono contro il fascismo dello «Stato islamico». Sì, perché – come scrive Sandro Mezzadra su EuroNomade – è pur vero che l’ISIS è stato «inventato» e favorito da emirati, petromonarchie, turchi e americani: ma sul terreno l’ISIS non è altro che fascismo.

Invitiamo tutt* a condividere e diffondere il più possibile notizie sulla situazione di Rojava, e a immaginare iniziative di controinformazione, denuncia e sostegno, per far sì che i/le compagn* kurde non siano sole e che la possibile sconfitta a Kobanê non sia la fine della rivoluzione di Rojava.

Appuntamento venerdì 10 ottobre in piazza del Nettuno alle 17.30.

Siti:

https://rojavareport.wordpress.com/
http://kurdishquestion.com/
http://www.retekurdistan.it/

Su twitter:

#Kobane
#KobaneIsNotAlone
#YPG
#Rojava

Dei compagni berlinesi hanno messo su un IBAN per donazioni in sostegno al popolo di Kobanê:

http://syndikalismus.wordpress.com/2014/10/03/solidaritat-mit-rojava-waffen-fur-dieypgypj/

Una donazione antifascista per la difesa di un progetto di emancipazione per la società in Medio Oriente!

Donazioni conto:
Destinatario: PM
Parola chiave “Rojava”
NR: 506155858
BLZ: 76010085
IBAN: DE70760100850506155858
BIC: PBNKDEFF

Posted in General.

Tagged with , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.