Skip to content


Fasciomafia

Oggi lo Stato garantisce l’impunità a tutti coloro che non mettono in discussione l’ordine capitalistico scosso dalla crisi. Assolti i dirigenti dello stabilimento tessile «Marlane» di Praia a Mare dove sono morti più di cento operai per tumore. Assolti i dirigenti e i tecnici della «Montedison» per le discariche di veleni che in Abruzzo hanno contaminato l’acqua distribuita a circa 700mila persone. Assolti i dirigenti della Eternit di Casale Monferrato dove si continua ancor oggi a morire d’amianto. Assolti i poliziotti implicati nella morte di Stefano Cucchi, di Michele Ferrulli e di tanti altri. Ed è anche il caso dell’incessante campagna innocentista e assolutoria per i due «marò» assassini.

Sono quegli stessi ceti dirigenti che poi stigmatizzano la presunta «violenza» di proteste e mobilitazioni. Sono quelle stesse aule di tribunale dove si infliggono pesanti condanne per minimi gesti di ribellione. Sono quegli stessi poliziotti che hanno sempre il manganello in mano. Sono quegli stessi politicanti che si coprono a vicenda e ritornano poi sempre a galla.

In fondo la «fasciomafia» sembra iscriversi nel funzionamento regolare delle istituzioni in questi tempi di crisi e di «grandi intese». Né certo è un caso che la Lega Nord aspiri oggi a un ruolo nazionale dando copertura a ogni risma di squadristi e neofascisti. A Milano è stato il leghista Ettore Fusco a chiedere una sala pubblica per il raduno di neofascisti e neonazisti europei organizzato da Forza Nuova e poi spostato, dopo le proteste, in un hotel. A Roma invece pare che anche CasaPound – oggi alleata e satellite della Lega Nord – fosse in affari con Massimo Carminati e soci.

Ormai è sotto gli occhi di tanti il fatto che solo una forte discontinuità e una nuova lotta di liberazione potranno cambiare lo stato di cose in cui viviamo. E il razzismo, la xenofobia, l’omofobia, l’antisemitismo complottista dei neofascisti oggi servono solamente a offuscare quest’evidenza e a garantire i profitti bipartisan della parte più corrotta e feroce di questo paese.

Non passeranno!

Posted in General.

Tagged with , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.