Skip to content


[BO] Ancora i cattonazisti di Forza Nuova

Certo anche Bologna sembra all’altezza dello squallore dei tempi. Ora le «forze dell’ordine» perseguitano i familiari delle vittime dei poliziotti della Uno Bianca. E ci sono pure sale da ballo che non fanno entrare le persone di pelle nera.

Ci sono i cattonazisti di Forza Nuova che imperversano sotto i portici di Bologna con i loro banchetti xenofobi e islamofobi a suon di saluti romani e cori nostalgici – domenica 1 marzo in Piazza Santo Stefano, sabato 7 marzo in Via Indipendenza all’angolo con via dei Falegnami – sempre con la protezione di schiere di Carabinieri e Digos in attesa di un qualche pretesto per denunce all’antifascismo…

C’è una Curia ricca, retriva e integralista che non ha mai preso le distanze con chiarezza da neonazisti, razzisti, antisemiti, sessisti e omofobi. Gente danarosa che si ricorda dei «poveri» solo quando può strumentalizzarli.

C’è un Sindaco sinistro e ipocrita che in questi anni non ha mai detto nulla sul neofascismo, sul razzismo, sulla gente che non arriva a fine mese, sulla corruzione sempre più diffusa, sull’inquinamento ambientale. Anzi.

Ma forse, con nuove forme, è sempre la laida Bologna di un tempo, «potere salumiere e sporca disciplina».

Lunga vita ai ribelli! Ora e sempre resistenza!

Posted in General.

Tagged with , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.