Skip to content


Pietro Bruzzi (Maleo 1888- S. Vittore Olone 1945)

È importante ricordare i nomi dimenticati di chi si è opposto e ha combattuto per liberarsi da ogni forma di oppressione, autoritarismo, fascismo. Abbiamo cominciato qui e qui

Pietro Bruzzi (Maleo 1888- S. Vittore Olone 1945)

Operaio e anarchico, collabora alle pubblicazioni milanesi del primo decennio del Novecento come «La Protesta Umana» e «La Rivolta». Viaggia in Francia e negli Stati Uniti, nel 1916 diserta e si stabilisce in Svizzera. Nel Biennio rosso è tra i più attivi nel capoluogo lombardo, insieme a due militanti e suoi grandi amici: Ugo Fedeli e Francesco Ghezzi. Nel 1921 fugge da Milano, va a Mosca, a Berlino, infine a Parigi. Noto come Brutius, è un «lavoratore della notte», che versa il denaro delle rapine a favore della propaganda. Negli anni Trenta è in Spagna, poi viene rimpatriato in Italia e confinato a Ponza. Con la caduta del fascismo è tra gli organizzatori delle brigate partigiane libertarie Malatesta nel milanese. Arrestato dai nazisti, viene fucilato per rappresaglia il 29 febbraio 1945.

Posted in Senza categoria.


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.