Skip to content


La normalizzazione delle bufale

A Bologna un centinaio di presunti «volontari» guidati dal sindaco Virginio Merola si sono messi a «ripulire» i muri, imitando il sabato milanese.

Intanto, proprio a Milano i «volontari» devastano opere d’arte e, per di più, insultano chi protesta. Ecco un video della devastazione.

Ma la manipolazione dei media non si ferma davanti a nulla. Inventano ormai di continuo notizie razziste per la gioia di Salvini & C.

L’ultima è quella del bambino senegalese che avrebbe aggredito una bambina che portava un crocifisso. Ma era solo perché da giorni veniva picchiato dalla caritatevole bambina.

A Bologna, poi, ci sono le costose bufale di T-per, fatte apposta perché la gente si senta sempre sotto la lente di poteri oscuri e implacabili: multe per aver pagato il biglietto del bus, multe per esser saliti sul bus dalla porta sbagliata, multe a persone che non c’erano, multe da 45 mila euro per aver tardato a «obliterare»…

A Roma una consigliera di centrodestra imbrattava le panchine, spargeva siringhe e poi denunciava il degrado

Posted in General.

Tagged with , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.