Skip to content


[BO] mer 27 mag: CasaPound all’Hotel Savoia

Non da oggi CasaPound cerca di procurarsi coperture istituzionali per le sue attività locali di affarismo, spaccio ideologico e squadrismo.

A Gorizia hanno portato sul palco un assessore del PdL che non ha avuto nemmeno l’onestà di rivendicare la propria presenza tra i neofascisti e ha raccontato bugie.

Ma la sponda politica su cui oggi fanno conto i neofascisti è anzitutto la Lega Nord e per questo CasaPound ha trovato ora un ennesimo camuffamento: «Sovranità», ovvero «Nuovo progetto politico per chi ama la Nazione e vuole sostenere le idee di Matteo Salvini».

«Sovranità» è il partito politico creato dal neofascista Simone Di Stefano, esponente di spicco di CasaPound, per supportare la lista proleghista «Noi con Salvini», e mercoledì 27 maggio a Bologna, alle ore 21, presso l’Hotel Savoia di via del Pilastro 2, ci sarà la presentazione di «Sovranità Bologna». Qui i contatti dell’Hotel Savoia per chi volesse esprimere dissenso.

Ci saranno un paio di criptofascisti nostalgici con una patina di rispettabilità: la leghista antirom Lucia Borgonzoni e l’onorevole «postfascista» Alberto Arrighi. Ci sarà pure un milite di CasaPound che aspira alla poltrona, tal Giuseppe Eremita già candidatosi nel 2013.

Per decenni i neofascisti sono stati protetti e sponsorizzati dalla politica «moderata» e dai media. Ogni loro omicidio o aggressione era una «rissa fra balordi». Ogni provocazione omofoba o razzista era la «legittima espressione democratica di un’opinione». Ogni presidio o corteo di squadristi era sempre autorizzato e spalleggiato dalle questure d’Italia.

Noi sappiamo chi è questa gente. Nessuna agibilità a neofascisti e fasciomafie! Neofascisti fuori dalla storia!

Posted in General.

Tagged with , , , , , , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.