Skip to content


[BO] Riecco CasaPound Bologna…

Ora che hanno la copertura non solo di qualche poliziotto compiacente, ma persino della Procura di Bologna che ha assegnato i locali dell’ex Consorzio Agricolo a un estremista di destra per farvi una «palestra per sport di combattimento», gli esigui gruppuscoli neonazisti, neofascisti, «nazionalisti» e «identitari» cercano di accentuare la loro presenza sul territorio bolognese.

Persino CasaPound Bologna, che era svanita dopo ampie mobilitazioni cittadine, ora fa di nuovo capolino. Hanno appeso uno striscione in rima a beneficio della campagna elettorale della Lega Nord e il 13 febbraio alle ore 18 vorrebbero fare una fiaccolata in San Donato per la solita, consunta e impietosa strumentalizzazione delle «foibe». È gente che nell’ultimo mese è arrivata a menare pesantemente studenti minorenni (vedi qui e qui) e che negli ultimi anni ha compiuto decine di aggressioni e pestaggi

Intanto, dopo le ronde neonaziste in Bolognina, Forza Nuova apre un nuovo fronte «antidegrado» a Borgo Panigale chiamando un presidio in via Caduti di Amola per il 20 febbraio alle ore 16 (venendo dal centro, 1.5 km prima del Centro Borgo).

Ma il premio al miglior «idiota identitario» va certo a Manuel Negri, consigliere a Reggiolo (RE), che si è portato in consiglio comunale quaranta fascisti di tal «Progetto Nazionale» solo per applaudire la sua concione con cui si rifiutava di firmare un ordine del giorno contro l’ideologia neofascista e razzista:

«Voterò contrario a questo odg precisando solamente che non approvo e rigetto fortemente l’epiteto di neofascista in quanto, sfogliando le pagine di qualsiasi dizionario della lingua italiana, la parola “neo” significa imperfezione, difetto, quindi potete pure levarla».

Pensate. Gente così giura fedeltà a una Costituzione antifascista…

Posted in General.

Tagged with , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.