Skip to content


[BO] A Zola Predosa ennesimo flop di Forza Nuova

Avevano annunciato che sarebbero stati «al fianco di tanti cittadini di Zola Predosa», ma il presidio di Forza Nuova contro l’arrivo di alcuni diciottenni stranieri è stato l’ennesimo flop (nella foto) protetto dal solito ingente schieramento di forze dell’odine. E il caldo li ha sciolti subito, perché alle 11 non c’era più nessuno. Per dirla con Dante, «Lo caldo sghermitor sùbito fue» (Inferno, XXII, 142).

Non è certo questa gente meschina e mediocre che deve preoccuparci, ma le politiche istituzionali sempre più oppressive, violente e acquiescenti alla violenza. Neofascismo e neonazismo sono velenose piante di serra che non crescono senza il sostegno degli apparati di potere. E oggi a creare legittimità ai discorsi dell’estrema destra sono pressoché tutte le forze parlamentari, con le loro fandonie, i loro allarmismi, il loro patriottismo strumentale.

Nell’agosto del 1923 Errico Malatesta scriveva:

«Il Fascismo ha vinto perché ha trovato contro di sé una massa stanca, disillusa e fatta imbelle da una cinquantenaria propaganda parlamentaristica; ma soprattutto ha vinto perché le sue violenze e i suoi delitti hanno bensì provocato l’odio e lo spirito di vendetta degli offesi, ma non hanno suscitato quella generale riprovazione, quella indignazione, quell’orrore morale che ci sembrava dovesse nascere spontaneamente in ogni animo gentile».

Animo gentile e resistenza!

Posted in General.

Tagged with , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.