Skip to content


[BO] «Lealtà e Azione» fa la sua comparsa anche a Bologna

Mazzini diceva «Pensiero e Azione» per invitare alla coerenza fra ciò che si pensa e ciò che si fa. Ora, anche nel bolognese, fa la sua comparsa il gruppo «Lealtà e Azione» dove per «lealtà» bisogna intendere l’osservanza del motto delle SS naziste «Meine Ehre heisst Treue» coniato da Adolf Hitler («Il mio onore si chiama lealtà»). Come dire, che non bisogna pensare con la propria testa, ma soltanto obbedire al Führer

«Lealtà e Azione» è attivo nel bolognese con un ristretto numero di militanti su cui si appoggia per lavorare nella Bassa, per fare «volontariato» in zona Murri con le solite «raccolte di alimenti per famiglie italiane» promossa dall’associazione «CooXazione», e ha una forte attrattiva fra i tifosi della Fortitudo agendo nel gruppo degli «Unici». Un membro dei «Legittima offesa» è infatti attivo nella tifoseria della Fortitudo e ha messo su un programma radio (con streaming) a Radio Punto assieme a gente di «Lealtà e Azione».

E si incontrano spesso in un noto pub ritrovo di ultras di destra…

Questa la scheda presente nell’opuscolo di controinformazione della rete Emilia Antifascista:

Lealtà e Azione

Gruppo neonazista e costola italiana degli Hammerskins, nati nella seconda metà degli anni Ottanta da una costola del Ku Klux Klan americano, poi dilagati in Europa. In Italia particolarmente radicati in Lombardia, in espansione nella bassa padana. Intorno a «Lealtà e Azione» ruotano una serie di associazioni e onlus, attraverso cui si nasconde e opera nel sociale: «Wolf of the Ring» (associazione sportiva di combattimento e arti marziali), «Una voce nel silenzio» (raccolta di materiali per i cristiani siriani), «I lupi danno la zampa» (raccolta di alimenti per canili e gattili), «I Lupi delle vette» (gruppo escursionistico), «Memento» (associazione culturale), il «Gruppo Alpha» (gruppo universitario).

Sono presenti a Camposanto e operano nella bassa modenese – con collegamenti anche a Bologna, Crevalcore, Ravenna, Forlì – attraverso l’associazione «Bran.co» e il «Progetto Cooxazione», dediti alla raccolta di alimenti per famiglie solo italiane in difficoltà (non è dato sapere quali), ma anche attraverso «Una voce nel silenzio», «I Lupi danno la zampa» e «Memento», quest’ultima l’etichetta attraverso cui celebrano la storia fascista con omaggi, manutenzioni e raduni, per esempio al cimitero dei repubblichini di Reggio Emilia e al monumento della Corriera fantasma di San Possidonio. Il 29 gennaio 2016 a Camposanto hanno organizzato presso il bar Cupido un aperitivo di finanziamento. Presenti alle iniziative della casa madre milanese e ben collegati con gli ambienti neonazisti lombardi.

Per saperne di più intorno a questo pericoloso gruppo neonazista vedi anche:

Cinque domande ricorrenti su Lealtà Azione

Chi avesse informazioni o segnalazioni può inviarle alla nostra mail o nei commenti precedute da un asterisco se non vuole che siano pubblicate.

Posted in General.

Tagged with , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.