Skip to content


Minniti, ducetto megalomane (secondo «Le Monde»)

Fra i tanti ducetti megalomani che si aggirano per l’Italia avvelenata da una maldestra campagna elettorale, certamente il più sinistro è il ministro dell’interno Marco Minniti che comincia a dare i primi segni di instabilità mentale di fronte alle atrocità di cui si è reso complice.

È arrivato a dichiarare di aver fatto gli accordi con le bande di torturatori libici solo per prevenire che qualche leghista o neofascista potesse dare sfogo all’odio: «Avevo previsto Traini mesi fa, per questo ho fermato gli sbarchi».

Ma il re è nudo, anzi «l’uomo nero». Persino un giornale moderatissimo come «Le Monde», dopo la tentata strage di Macerata scrive:

«les attaques du ministre de l’intérieur, Marco Minniti, contre les ONG humanitaires opérant en Méditerranée ont largement contribué à alourdir le climat»

«gli attacchi del ministro dell’interno, Marco Minniti, contro le ONG umanitarie che operano nel Mediterraneo hanno ampiamente contribuito ad appesantire il clima»

Ora e sempre resistenza!

Posted in General.

Tagged with .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.