Skip to content


Solidarietà agli antifascisti inquisiti a Brescia

Solidarietà agli antifascisti inquisiti a Brescia in base alla solita montatura poliziesca volta a proteggere e sostenere lo squadrismo nero. Infatti, quando si tratta di manifestazioni antifasciste, i tutori dell’ordine mettono subito mano a denunce, perquisizioni e manganelli. Questa la circostanziata ricostruzione di Radio Onda d’Urto:

Nella serata di venerdì 7 settembre, verso le ore 22, alcuni residenti di via Milano avvertivano gli antifascisti che si stava formando un folto gruppo di militanti di Forza Nuova (ne sono stati contati almeno 13) davanti alla loro sede; tutti indossavano la stessa maglietta nera con la scritta «Trincea urbana».

Ritenendo che si stessero preparando per una delle loro cosiddette «passeggiate per la sicurezza», quindi una ronda razzista in un quartiere che vede una forte presenza di abitanti di origine migrante, una dozzina di giovani antifascisti e antifasciste si portava in loco per verificare la situazione.

Arrivati nei pressi della sede di Forza Nuova in via Milano, alle ore 23 circa, scoppiava una breve discussione verbale con i militanti schierati all’esterno che rapidamente si trasformava in una colluttazione fisica nella quale i neofascisti avevano la peggio.

A questo punto i forzanovisti cominciavano dalla loro sede un fitto lancio di bottiglie vuote (i residenti hanno segnalato l’esistenza un piccolo deposito di vuoti di birra nel cortiletto interno, risultato, sempre secondo gli abitanti, delle uniche attività svolte durante questi primi mesi di apertura: le bevute di birra nel piccolo spazio all’aperto) e tre di loro uscivano con in mano dei bastoni.

A uno dei neofascisti veniva quindi sottratta l’arma contundente e nel contestuale parapiglia la vetrata della sede finiva in frantumi.

Più dettagli su Radio Onda d’Urto. È da segnalare che Luca Castellini, coordinatore di Forza Nuova per il Nord Italia e grande ammiratore di Hitler, ha subito dichiarato ai media:

«Fedeli al nostro stile, nessuno di noi sporgerà denuncia».

Davvero un bello stile… Infatti, gli stessi neonazisti di Forza Nuova avevano segnalato l’episodio via social a esponenti della Questura raccontando però tutta un’altra storia, ispirata al più fantasioso e lacrimevole vittimismo e tacendo di aver avuto la peggio in un’aggressione da loro stessi iniziata e contro chi era in svantaggio numerico.

Solidarietà e gratitudine per chi resiste allo squadrismo e al razzismo!

Posted in General.

Tagged with , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.