Skip to content


[Fano] Ancora Fusaro tra fascio-clericali e massoni

A quanto pare la propaganda nera in salsa Fusaro va ormai di gran moda fra clericali e massoni che rabbrividiscono di piacere per ogni “conciossiaché…” e “in guisa che…” del più farlocco maître à penser del momento. Riceviamo da “Malamente” e condividiamo la notizia di un suo passaggio per Fano…

La cultura delle caverne: un fascista clericale e un massone alla Memo di Fano?

La notizia è di qualche giorno fa, ma fino all’ultimo abbiamo sperato che si trattasse di una fake news. Purtroppo no. Domani pomeriggio nella preziosa MEMO – Mediateca Montanari di Fano, il sedicente filosofo, propagandatore di teorie clerico-fasciste, Diego Fusaro terrà la sua lezioncina sugli argomenti più cari al suo nuovo datore di lavoro: l’organizzazione neofascista CasaPound.

Il Diego nazionale è passato infatti dalle schermaglie del 2014, quando era stato invitato per la prima volta a discutere con il razzista Adriano Scianca (teorico della “sostituzione etnica”), fino agli onori del palco nella festa nazionale del partito di Iannone a Grosseto, lo scorso settembre. Infine gli hanno assegnato la rubrica periodica sul giornalaccio di bottega.

Per rendere il piatto più digeribile la fantomatica associazione Sandro Pertini ha pensato bene di invitare come moderatore un noto e fiero massone come Tiziano Busca.

Beh nel paese dei ciechi l’orbo è re…

Certamente il maestrino del “pensare altrimenti” amato da tutto il mondo reazionario italiano porterà visibilità alla istituzione culturale più frequentata e amata della città… o no?

Che ne pensano l’assessore Samuele Mascarin e la direzione della Memo?

L’impressione è che un bella fetta delle intelligenze di “sinistra” si accontenti di sentire i sermoni di Saviano dalle pagine di Repubblica, ma poi si tenga al coperto quando è ora di aprire una sana polemica per difendere scelte e orientamenti culturali oggi sotto attacco.

Nell’Italia dove l’egemonia politica e mediatica di una volgare compagine reazionaria è sempre più evidente, ci sembra ridicolo chi argomenta che il dibattito culturale sia sempre aperto e benvenuto.

No, uno studioso di filosofia che propone il peggio del pensiero reazionario del secolo scorso, condito con un soffritto di novità farlocca, non arricchisce il dibattito culturale locale, lo ammorba.

Crediamo che l’inimicizia verso chi disprezza i valori fondamentali della libertà e dell’uguaglianza venga prima del dibattito. Non accettiamo che si aprano spazi agli ideologi del nuovo fascismo.

Dunque per noi Fusaro domani non è benvenuto a Fano.

A presto.

Posted in General.

Tagged with , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.