Skip to content


Solidarietà a Paolo Pachino

Aggiornamento. A Paolo sono stati dati i domiciliari. Qui un suo comunicato.

Paolo Pachino, combattente italiano delle Unità di protezione popolare del Rojava (YPG), è rientrato in Italia dopo aver passato mesi in Siria del Nord a combattere i fascisti di Daesh e a difendere il confederalismo rivoluzionario del Rojava. Al suo rientro in Italia è stato arrestato e condotto in carcere., e ora si attende la decisione del Tribunale sulla concessione o meno della detenzione domiciliare.

Ci associamo al comunicato di Vag61 nell’esprimere la nostra solidarietà e vicinanza a Paolo e il nostro sostegno a tutte le donne e tutti gli uomini che hanno combattuto e combattono per la libertà della Siria del Nord dall’orrore jihadista e dalle politiche oppressive e stragiste del governo turco.

Sulla situazione recente del Rojava guarda il video Defend Rojava/Boycott Turkey.

Ora e sempre resistenza!

Posted in General.

Tagged with , , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.