Skip to content


«Voi da che parte state?»

Secondo i media il video della manifestante che a Bologna ha gridato in faccia ai poliziotti «Voi da che parte state?» ed è stata sbattuta a terra, sarebbe diventato virale


Per rimediare il questore Gianfranco Bernabei ha dichiarato in conferenza stampa che lunedì 20 maggio l’ordine pubblico è stato «gestito nel migliore dei modi» e che in Via dell’Archiginnasio vi sarebbe stata solo una «carica di alleggerimento».

In realtà è stata l’ennesima prova delle inclinazioni inquietanti della polizia bolognese, che ha effettuato una carica lunga e violenta, in una via piuttosto stretta, senza vie di fuga e gremita di persone, tanto che la compressione dei manifestanti è stata abbastanza pericolosa e se qualcun* fosse inciampato e caduto non se la sarebbe passata bene in una calca fitta come quella. E la cosa è stata verosimilmente premeditata vista la posizione molto arretrata delle grate. Anzi, risulta assai poco chiara anche la funzione stessa delle grate, dal momento che la polizia ha manganellato duramente chi si limitava a protestare dietro di esse.

Un’altra cosa che non ha avuto alcun risalto sui media sono i toni di forte razzismo e antisemitismo del discorso di Roberto Fiore che ha parlato contro le «grandi famiglie internazionali che hanno tenuto l’Europa sotto l’usura per cinquecento anni» (?) e contro i «250.000 esponenti della mafia nigeriana» (!?) quando il totale delle persone che in Italia provengono dalla Nigeria è meno della metà di quella cifra.

A noi pare che la polizia bolognese continui a dimostrare nei fatti da che parte stia.

Posted in General.

Tagged with , , , , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.