Skip to content


Verso un 25 aprile che allarghi gli spazi di libertà

Siamo in una situazione complicata. Non riusciremo, come vorremmo, a invadere le strade della città per festeggiare la memoria di una lotta di liberazione che non si è mai fermata e per rivendicare le battaglie di oggi per la libertà, l’eguaglianza e la giustizia sociale.

In questa situazione le norme varate dal governo peggiorano costantemente le condizioni materiali di milioni di persone che stanno perdendo lavoro e reddito, possibilità di espressione dei propri bisogni mentre ancora non si vede la fine dell’emergenza sanitaria. Il massacro prodotto dai tagli al welfare pubblico oggi si manifestano in tutta la loro atrocità proprio nella questione sanitaria.

Ma come realtà antifasciste bolognesi non siamo state e non staremo con le mani in tasca.
Ognuna di noi è immersa in attività solidali per aiutare chi ha più bisogno, in iniziative che denunciano le contraddizioni e le ingiustizie di questo sistema, in lotte specifiche che rivendicano reddito e dignità per tutte, condizioni di sicurezza per tutte.

Per il 25, attorno al 25 aprile, numerose iniziative sono in corso; per lo più iniziative di comunicazione che potrete vedere e ascoltare sui canali a disposizione per il movimento. Dalle radio, ai servizi streaming, ai blog, ai siti, ai servizi social già dal 21 aprile (data delle liberazione di Bologna dal nazi-fascismo) e a seguire nei prossimi giorni potrete utilizzare innumerevoli contributi.

Per la giornata del 25, poi, abbiamo immaginato un “corteo virtuale” cioè un palinsesto di contributi audio e video che tocchino i nodi della realtà bolognese connessi sia alla memoria partigiana che alla situazione attuale.

Accanto a tutto questo striscioni e bandiere antifasciste e della resistenza di ieri e di oggi (no tricolori che a questo ci pensano già i fascisti) ai balconi, alle finestre, sulle biciclette.

L’invito è quello di connettersi a Radio Spore (radiospore.oziosi.org), la radio autogestita di Xm24 dalle ore 10:00 del mattino fino alle 22:00 per la diretta speciale con contributi live, collegamenti telefonici e aggiornamenti dai quartieri. Ma soprattutto, per diffondere musica con impianti stereo casalinghi dai propri balconi, l’appuntamento è alle 13.12, in contemporanea all’esposizione di bandiere e striscioni, per far risuonare in ogni strada una playlist di musica partigiana fino alle 13.30.

Raccogliamo poi tutto questo materiale per dare conto di come anche in una situazione complicata l’antifascismo è nostro e non lo deleghiamo.

Ci vogliono chiuse e impaurite nelle nostre case, nei nostri tuguri, nelle nostre prigioni.

Rispondiamo rivendicando ancora, qui ed ora, spazi di libertà.

Realtà antifasciste bolognesi

Posted in General.

Tagged with .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.