Skip to content


Un apologo sul neonazismo

Nelle ultime settimane il mondo del neofascismo italiano sembra vivere una fase di estremo nervosismo: arcane faide interne, anomale minacce di morte fra estremisti di destra, un’aggressione tra Forza Nuova e La Destra, e ovviamente le solite, tantissime aggressioni contro attivisti antirazzisti e antifascisti… Ecco il nipote di Farinacci che, misteriosamente, si spara sulla tomba del nonno gerarca fascista. Ecco il sindaco Alemanno che, bizzarramente, compra ai fasciofuturisti falliti di CasaPound la loro casa per soli 11,8 milioni di euro. Di fronte a tutto ciò l’ANSA ci offre un apologo, la cui morale forse potrebbe essere quella che il nazifascismo è sempre una forza anche autodistruttiva che aspira a  una tragica festa di morte.

RAZZISMO: USA, NEONAZISTA UCCISO DA FIGLIO DI 10 ANNI

OMICIDIO INTENZIONALE, BAMBINO RADICATO IN DOTTRINA NAZISTA (di
Luciano Clerico) (ANSA) – NEW YORK, 11 MAG.

Un neonazista dichiarato di 32 anni, padre di 5 figli, è stato ucciso una decina di giorni fa in casa sua in California con un colpo di pistola. Erano le 4 di notte, la polizia lo ha trovato il giorno dopo riverso sul divano in soggiorno. Il caso sarebbe probabilmente stato trattato come omicidio di rilevanza locale, se non fosse che la polizia ha accertato questa circostanza: ad uccidere Jeff Hall, idraulico che aspirava ad “una società di soli bianchi”, è stato il figlio di 10 anni. Biondo, timido, bianchissimo. E – hanno riferito le autorità – ultranazista come il padre.

Al caso il “New York Times” dedica oggi un servizio in prima pagina non tanto per gli sviluppi giudiziari della vicenda (il bambino è stato preso in custodia dai servizi sociali della polizia), quanto per i contorni che il caso ha fatto emergere su una realtà ancora radicata nell’America di oggi: quella dell’estrema destra di stampo nazista. Jeff Hall, idraulico di Riverside, in California, era una delle figure emergenti all’interno del National Socialist Movement (NSM), considerato il più grande tra i gruppi americani dichiaratamente nazisti.

Il “New York Times” riferisce che il movimento, che ha la sua base a Detroit, può contare oggi su almeno 400 iscritti che vivono sparsi in almeno 32 Stati, ma sono regolarmente in contatto tra loro. L’NSM si è affermato come il movimento neonazista più importante dopo il declino di Aryan Nation, un altro movimento di suprematisti bianchi, passati negli ultimi anni proprio all’NSM perché più organizzato e attivo. Di tanto in tanto gli iscritti promuovono meeting nazionali. Come l’ultimo organizzato nell’aprile scorso in New Jersey, finito come spesso succede in scontri per strada. Le autorità non sono preoccupate che vi siano simpatizzanti di estrema destra in diverse zone del Paese. “Frange estreme sono sempre esistite” ha riferito al Nyt Rapahel Ezechiel, ricercatore di Harvard che per anni ha studiato il movimento degli skinhead, le ‘teste rasate’ del suo libro “The Racist Moind”.

Ma i particolari emersi sulla vicenda di Jeff Hall sono definiti “inquietanti”. Non tanto perché l’uomo avesse un teschio tatuato sulla nuca. Quanto perché, nonostante la sua passione per armi, pugnali e svastiche, dopo la separazione dalla moglie aveva ottenuto la custodia dei 5 figli, compreso il più grande. È lui che lo ha ucciso. Chi lo conosce ha riferito alla polizia che il bimbo, cresciuto nel mito del genitore, era fiero di mostrare la sua nuova cintura, regalatagli dal padre: una sottile striscia di cuoio con la fibbia argentata tipica delle SS naziste. La polizia ha riferito che l’omicidio è stato “intenzionale”. Ma, oltre a precisare che il bambino ha confessato, non ha fornito ulteriori dettagli. (ANSA).

Posted in General.

Tagged with , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.