Skip to content


[Lazio] Hit degli impresentabili: accordo tra Storace e Pannella

Certo è che le elezioni sono la più darwiniana stagione dell’anno. Anzi, si direbbe che la corsa alla Poltrona sia la legge evolutiva della politica italiana, in grado di determinare l’alta incidenza di fenomeni di trasformismo e mutazione.

Ecco così il mirabile accordo tra il neofascista Storace e il radicale Pannella per la regione Lazio che suscita, fra l’altro, la gratitudine di tal Angelo Pezzana, fondatore del «Fuori!», la più antica e sovversiva organizzazione degli omosessuali italiani:

«Non mi dà più fastidio del dovuto che Marco Pannella si allei in Lazio con Francesco Storace. Invece, giudico il dissenso di Emma Bonino, riguardo a tale scelta, una sorta di eccesso di “puzza sotto il naso”, cosa che in politica è sbagliata e addirittura ipocrita».

Alla domanda se l’omofobia e l’antisemitismo del partito «La Destra» di Storace non siano contrastanti con la storia del Partito Radicale, Angelo Pezzana risponde così:

«In politica, soprattutto in quella delle amministrazioni locali, i problemi storici non contano: il problema è amministrare bene».

Certo, con un po’ di squadristi per chi dovesse r/esistere…

Vedi anche: Un nodo su cui riflettere per agire e resistere

Posted in General.

Tagged with , , , , , , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.