Skip to content


[BO] Fiaccolata e comizio elettorale di CasaPound il 10 febbraio a Bologna

Mentre a Napoli si procuravano armi, bombe e «lame» contro ebrei e attivisti di sinistra, in Emilia-Romagna i militi di CasaPound hanno presentato una lista elettorale per la Camera.

Così, con la scusa della campagna elettorale, gli «squadristi del terzo millennio» cercano di diffondere anche a Bologna le loro logore menzogne razziste e revisioniste. Sempre ben protetti dalle «forze dell’ordine», dalle istituzioni, dal Comune e dal Quartiere Santo Stefano.

Così ha dichiarato il neofascista Carlo Marconcini:

«Il 10 febbraio faremo una fiaccolata per ricordare le foibe e prevediamo un comizio finale. Saremo in giro con volantinaggi e banchetti, se a qualcuno diamo fastidio non è un problema nostro».

Oggi il «ricordo» delle foibe non è pietà verso i morti, ma una strumentalizzazione volta esclusivamente a rivalutare l’esperienza della dittatura fascista e a riproporre un’ottica nazionalista e razzista.

Quella fascista in Jugoslavia fu infatti una delle prime e più feroci «pulizie etniche» dell’età moderna secondo una politica di colonizzazione che prevedeva il massacro delle popolazioni locali e l’esproprio di terre e proprietà a favore della superiore «razza italiana».

Non passeranno!

Vedi anche:
«Italiani brutta gente»: i crimini di guerra nei Balcani 1940-1943
Il revisionismo storico: un arma micidiale
Volantino sulle foibe

Posted in General.

Tagged with , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.