Skip to content


CasaPound? No ai servi delle larghe intese!

Dopo la provocazione squadrista del 19 ottobre a Roma, CasaPound ci riprova, ma da Trento a Napoli i «fascisti del terzo millennio» tutti sanno ormai chi sono…

A Trento, sabato 9 novembre CasaPound intende inaugurare un presunto «circolo culturale» chiamato «Il Baluardo». Ma contro l’apertura della sede neofascista già lunedì 4 novembre alle ore 20 si terrà un’assemblea pubblica presso la sala circoscrizionale di Piedicastello convocata dal Centro Sociale Bruno. «Per noi l’antifascismo è una pratica quotidiana, controculturale, di resistenza a razzismo, squadrismo, omofobia e machismo. Queste organizzazioni percepiscono finanziamenti pubblici dalla Provincia. Gli è concesso di utilizzare sale pubbliche. Ricevono i patrocini dai comuni di Riva e Arco per finte iniziative di solidarietà, pretesti per propagandare il loro credo».

A Napoli, durante la manifestazione contro il disastro ecologico dei rifiuti tossici, la provocazione di CasaPound che ha cercato di entrare in corteo, ha suscitato un’immediata, spontanea presa di distanza. «Abbiamo costituito uno sbarramento in coda al corteo impedendo ai neofascisti di entrare tra gli applausi di tutti gli ultimi spezzoni della manifestazione. Perché i neonazisti non li vuole nessuno! Il gruppetto di neofascisti è rimasto così fermo a piazza Dante protetti dalla polizia».

CasaPound? No ai servi delle larghe intese!

Posted in General.

Tagged with , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.