Skip to content


Ora e sempre resistenza partigiana!

Si direbbe che la Politica sia ormai soltanto una feroce truppa d’occupazione al soldo del grande capitale, o comunque di un ceto dominante tra i più loschi, ottusi, avidi e volgari che mai si ricordino.

C’è il ministro Cancellieri sempre «umana» con parenti e amici di Don Salvatore

C’è il poeta Nichi Vendola, la cui politica ambientale, di là da ogni fraintendimento grammaticale, era già iscritta a chiare lettere nel nome del partito: una «sinistra ecologia», appunto…

Contro le truppe d’occupazione non vi è altro se non quel che già Tolstoj definiva «guerra di partigiani», e che certo occorrerà sempre reinventare in modo nuovo ed efficace, ma che sarà sempre una concreta militanza di parte sul territorio, al di fuori delle leggi stabilite.

«Da Smolensko in poi cominciò una guerra, cui non potevasi applicare veruna delle accettate tradizioni. L’incendio della città e dei villaggi, la ritirata dopo la battaglia, la mazzata di Borodino, la caccia ai predoni, la guerra di partigiani, tutto facevasi all’infuori delle leggi solite».

(L. Tolstoj, La Guerra e la Pace. Romanzo storico, Milano, Treves, 1891)

Posted in General.

Tagged with , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.