Skip to content


[BO] Galeazzo il Miserabile

Non c’è che dire. Bisogna ammettere che in questi ultimi anni il postfascista Galeazzo Bignami ha enormemente affinato la grettezza e l’insipienza che fu del suo gran progenitore Marcello Bignami, da cui ha ricevuto in eredità la sedia in Consiglio comunale. Buon sangue non mente.

Non solo nostalgie squadriste. Non solo revisionismo d’accatto. Ora Galeazzo Bignami se la prende con le due cooperanti italiane liberate dopo mesi di prigionia in Siria:

«Mi auguro che adesso le due tipe si mettano a lavorare gratis fino a quando non ripagheranno all’Italia quanto noi abbiamo dovuto versare, in nome della loro amicizia, ai ribelli siriani».

Proprio Galeazzo che ha al suo attivo 39mila euro di «spese pazze» in Regione, e raccoglieva ovunque scontrini da 30 centesimi per incassare poi il «legittimo» rimborso chilometrico!…

E a mo’ di paravento Galeazzo si affanna come al solito nel difendere stragisti e assassini di Stato:

«Per inciso, si liberano queste qui mentre chi porta la divisa e rappresenta lo Stato è ancora in arresto in India. Bello schifo».

Eia eia alla larga!

Posted in General.

Tagged with .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.