Skip to content


Una medaglia all’ipocrisia di regime

Ora, come al solito, sono tutti a smentire. Laura Boldini passava di lì per caso. Sergio Mattarella tace per compostezza istituzionale. Graziano Del Rio dice che se mai ci fosse stato un «errore», la medaglia d’onore al nazifascista Paride Mori andrà revocata. Prima o poi.

Ma l’errore è un altro. L’errore è una «Giornata del ricordo» che ogni anno permette di celebrare le nostalgie nazifasciste, antisemite e razziste dell’estrema destra italica. Di dar medaglie a criminali di guerra. Di riempire la toponomastica e i paesi di memorie fasciste. Di spalleggiare squadrismo, razzismo e omofobia con il beneplacito di Questure compiacenti. È il mondo fatato delle «grandi intese».

E intanto continuano le aggressioni: a Trento, Torino, NapoliQui un dossier su CasaPound a Trento e dintorni. Come si diceva un tempo, «mano fascista, regia democristiana».

Posted in General.

Tagged with , , , , , , , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.