Skip to content


[BO] sab 14 nov h.16: di nuovo i rossobruni in città…

Era da un bel po’ di tempo che a Bologna l’autoritarismo eurasiatico e rossobruno non effettuava la propria propaganda dopo le contestazioni alla carnevalata pro-Assad di «Stato e potenza» in Piazza Maggiore nel 2011.

Adesso, sabato 14 novembre, alle ore 16, presso il Centro sociale «G. Costa» di Via Azzo Gardino 48, si terrà una conferenza geopolitica dal titolo «La macchina del caos: Irak Libia Siria Yemen… e non solo» promossa da siti web d’area rossobruna e fiancheggiatrice di gruppi neofascisti come controinformazione.info e faremondo.org.

Certo è che l’ideologia eurasiatica rappresenta un fenomeno di mimetismo politico che propaganda una versione aggiornata e travestita di alcune idee del fascismo storico.

La difesa delle differenze culturali viene strumentalizzata per invocare l’arroccamento «eurasiatico» in senso militarista e ultranazionalista.

L’anticapitalismo e l’attacco alle multinazionali nascondono una visione profondamente regressiva e conservatrice, che vorrebbe il ritorno a un’era gerarchica e premoderna.

La contrapposizione ai poteri statali è considerata necessaria solo al formarsi di una nuova élite, e non a una trasformazione in senso egualitario e libertario della società.

Anche il loro antimperialismo non è difesa della libertà, ma politica di potenza e rivendicazione geopolitica di confini «naturali».

Nel contrapporsi all’imperialismo – ma solo a quello statunitense – i rossobruni si schierano con le forze politiche più retrive e reazionarie: con Hamas in Palestina, con Bashar Al Assad in Siria, con Putin, con i nazicomunisti russi, con i neonazisti statunitensi.

Noi antifascisti, invece, preferiamo ancora il vecchio «Proletari di tutto il mondo unitevi!» al risiko della geopolitica e ai sogni avvelenati di potenza!

Invitiamo tutte e tutti a non partecipare all’incontro e a protestare civilmente con il centro sociale che ospita l’iniziativa.

Posted in General.

Tagged with .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.