Skip to content


Stimati professionisti…

Ha pestato a sangue il fidanzato del figlio mettendo in piedi una vera e propria spedizione punitiva per interrompere la loro relazione. Lui è uno stimato professionista di Alba, nel Cuneese. Il figlio ha da poco compiuto 18 anni e da qualche mese ha una relazione con un giovane marocchino di qualche anno più grande di lui. Vedi «Repubblica».

A Parma, nella notte fra il 9 e il 10 maggio, una sorta di squadrone della morte capeggiato da due stimati professionisti di mezz’età ha fatto irruzione nel modesto appartamento di un tunisino trentenne. Indossavano guanti di lattice ed erano armati di una mazza da baseball, una spranga di ferro, un martello, un tirapugni, una pinza a pappagallo, persino un guanto in maglia d’acciaio. Immobilizzano Mohamed Habassi, gli recidono un orecchio, gli strappano parte del naso e con la pinza gli tranciano di netto un mignolo e un alluce, che poi gettano nel lavandino. Mohamed muore dopo una lunga agonia. Vedi «il manifesto».

Oggi le Questure autorizzano, presidiano, difendono tutte le manifestazioni delle destre anche quando incitano all’odio razzista o quando sono palesemente omofobe o diffamatorie.

Ma nelle istigazioni all’odio di integralisti cattolici, neofascisti, leghisti o criptofascisti non vi è una precisa responsabilità morale e civile proprio in quanto sollecitano l’azione di «anonimi» esecutori e magari anche di stimati professionisti?

Posted in General.

Tagged with , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.