Skip to content


[BO] Legionari neri all’ex Consorzio agrario

A Bologna i giovani criptofascisti in carriera non godono di grande popolarità: basti dire che alle recenti elezioni comunali Alessandro Lucia, candidato di Forza Italia in quota Galeazzo «Svastica» Bignami, ha preso 24 voti; Elia Pirone invece meno di 20…

bignami

Galeazzo «Svastica» Bignami

Ma alla «destra moderata» i gggiovani neofascisti sono sempre graditissimi purché non ostentino in giro le loro svastiche e bandiere di Salò.

Così gli hanno pure trovato casa grazie all’operazione dell’ex Consorzio agrario (1, 2, 3) che, dopo l’estate, è ormai entrata nel vivo con feste, rave, aperitivi e gli addestramenti paramilitari della «Legione Leoni Neri» di Castel San Pietro.

Un anno fa, in una videointervista al «Giornale», Alessandro Lucia dichiarava di essere pronto a «uccidere gli zingari». Ora pare che, passando in via Mattei, si debba stare attenti ai «pallini vaganti» . Sul cancello hanno messo questo simpatico avvertimento:

 leoni-neri-2

Non c’è che dire. Il fascismo è sempre una farsa finché non diventa violenza e tragedia.

E già nel 2015 i «Leoni neri» di Civitanova Marche avevano cercato di trasformare una palestra comunale in centro sociale di estrema destra

Posted in General.

Tagged with , .


One Response

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

  1. emilio says

    Notate che il motto della XXII Legione Leoni Neri di Castel San Pietro è ITERVUM RUDIT LEO (Il leone ruggisce ancora) e proprio questo era il motto della Divisione San Marco della Repubblica di Salò ed è il titolo del secondo album dei Gesta Bellica…

You must be logged in to post a comment.