Skip to content


[BO] Il «noi» triste e fasullo di Azione Identitaria…

Nella notte fra il 9 e il 10 settembre due militanti bolognesi di Azione Identitaria hanno pensato di riconsacrare Piazza Carducci dopo la grande manifestazione in difesa di Crash, Làbas e XM24 affiggendo un triste, ipocrita striscione – che è durato ben poco – con scritto: «Le nostre sacre mura / Il nostro sacro amore / Noi ricorderemo sempre…».

Ovviamente il «sacro amore» è quello per la Patria che, secondo la prospettiva «identitaria», necessita di muri, odio e violenza. Non a caso la bandiera identitaria sventolava fra i neonazisti di Charlottesville

Ma la parola che ricorre di più in quello striscione è «nostro», «noi», cioè l’identità frustrata e fasulla di persone mediocri che – di fronte a una manifestazione di più di 10.000 persone che ha inondato Piazza Carducci – vorrebbero nascondere dietro parole vuote il fatto che le formazioni «identitarie» cercano nella violenza e nel razzismo il surrogato di un senso e di una finalità fra le ingiustizie e le devastazioni del dominio capitalistico.

Sono individui isolati che combattono da soli le loro «sacre battaglie» e proprio per questo, come a Charlottesville, possono risultare pericolosi…

Posted in Senza categoria.


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.