Skip to content


Terrorista è lo Stato! Gaza libera!

Un tiro al bersaglio. Una moltitudine di gente che sfila davanti a uomini con fucili di precisione posizionati su collinette. Uno dopo l’altro, cadono a terra uomini, donne e bambini, uccisi o feriti come in un video-game. 17 morti, 2000 feriti. Vile attacco terroristico? Notizia da prima pagina?

No, nell’economia della neolingua attuale, sono solo soldati israeliani che hanno difeso lo Stato. Come accade in tanti altri angoli del mondo, dove le violenze e le stragi di Stato sono continue e continuamente rimosse. Quasi percepite in Occidente, quando se ne parla sui media, come cose normali. Perché oggi le parole pubbliche servono più a nascondere che a raccontare o cambiare la realtà.

Resistere dal basso al terrorismo degli Stati vuol dire anzitutto praticare forme di solidarietà internazionalista. La campagna di Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni contro Israele è uno strumento di lotta nonviolenta, elaborata dalla società civile palestinese ispirandosi al movimento contro l’Apartheid in Sudafrica, per fare pressione su uno Stato responsabile di violazioni del diritto internazionale e dei diritti umani.

Non cambierà nulla senza una concreta solidarietà con chi resiste!

Posted in General.

Tagged with , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.