Skip to content


Bondi e La Russa a Bologna


Dopo la fuga e gli insulti alla città in occasione del 2 agosto, i vertici del PdL dichiarano di voler fare la loro festa a Bologna in settembre proprio di fianco al luogo della strage neofascista: cioè in piazza XX settembre, dall’8 al 12 settembre, con ospiti “illustri” come il ministro dei beni culturali Sandro Bondi e il ministro della difesa Ignazio La Russa.

Non è la prima volta che formazioni di destra organizzano iniziative nelle adiacenze della Stazione per effettuare sortite irrispettose e provocatorie. E dopo le dichiarazioni di Carlo Giovanardi – che fanno il paio con quelle sulla morte di Stefano Cucchi o sulla strage di Ustica, – secondo il quale questo 2 agosto «a Bologna si è riproposto il triste spettacolo di una piazza che esprime odio e livore», ci si può davvero aspettare di tutto. Senza dubbio, i fischi che quest’anno abbiamo trattenuto in petto pur dinanzi all’ipocrita, ambivalente messaggio del presidente Napolitano, li potremo sfoderare a settembre per Bondi e La Russa.

Già la scelta per la festa del PdL di una “cornice” contigua al luogo della strage pare infatti configurare una strategia di provocazione verso la città che fascisti neofascisti e postfascisti perseguono in varie forme da tantissimi anni.

Posted in Generale.


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.