Skip to content


Provocazioni e piccole manovre preelettorali

A Milano è preannunciato per domenica 4 marzo un corteo nazionale della Fiamma tricolore “contro il governo Monti e la giunta Pisapia”, ma la Questura ha concesso solo un presidio “fisso” in piazza San Carlo, dalle ore 10 alle ore 13.

La manifestazione doveva seguire quella di sabato 3 marzo a Roma promossa da La Destra. L’intento è quello di dar vita a due momenti collegati fra loro, nella prospettiva di un accordo delle due formazioni in vista delle prossime elezioni politiche, se non di una vera e propria unificazione. Leggi tutto su Osservatorio democratico.

Intanto, in un paese in provincia di Como, i fans della Repubblica di Salò ottengono da una giunta leghista di mettere una lapide per commemorare Mussolini e Claretta Petacci.

Parallelamente, la stragista Francesca Mambro chiede il sequestro giudiziario di un cortometraggio pluripremiato che racconta la storia di un ragazzo di diciassette anni ucciso durante una rapina guidata dalla Mambro, Alessandro Caravillani. Per la Mambro, dall’alto dei suoi 97 omicidi noti, il cortometraggio «è lesivo».

Poi c’è la Lega Nord e i neonazisti di Forza Nuova in piazza a Milano contro lo spettacolo teatrale “Sul concetto di volto nel figlio di Dio” di Castellucci. Ovviamente, a Bologna il vescovo Caffarra e l’Udc si mettono subito sulla scia di Forza Nuova

Posted in General.

Tagged with , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.