Skip to content


«L’orrore fascista torna a uccidere a Parigi»

Un altro omicidio fascista nel cuore di Parigi. Un attivista diciottenne di estrema sinistra, Clément Méric, è dal 5 giugno sera in stato di morte cerebrale dopo un’aggressione di neonazisti identitari. Il «Parti de Gauche» (Partito di Sinistra) ha commentato «l’orrore fascista è tornato a uccidere a Parigi».

L’aggressione è avvenuta il 5 pomeriggio nel IX arrondissement dove era stato organizzato un mercatino di vestiti e in cui Clément è stato aggredito e pestato violentemente da tre neonazisti del «Groupe JNR» («Jeune Nationaliste Révolutionnaire»).

Le mercredi 5 juin 2013, en sortant d’un magasin de vêtements, près de la gare Saint-Lazare, Clément Méric, jeune syndicaliste âgé de 18 ans et militant antifasciste a été battu à mort par des membres de l’extrême droite radicale. Venu de Brest pour ses études à Sciences Po, il a été victime du contexte de violences d’extrême droite qui s’est développé ces derniers mois. Il est décédé des suites de ses blessures, dans la nuit, à l’hôpital de la Pitié-Salpêtrière. Toutes nos pensées vont à sa famille et à ses proches auxquels nous exprimons toute notre solidarité.

Ses ami-e-s et camarades.

Mercoledì 5 giugno 2013, uscendo da un negozio di abbigliamento, nei pressi della Gare Saint-Lazare, Clément Méric, sindacalista di 18 anni e attivista antifascista è stato picchiato a morte da seguaci dell’estrema destra radicale. Venuto da Brest a Parigi per i suoi studi in Scienze politiche, è stato vittima della situazione di violenza che l’estrema destra ha sviluppato negli ultimi mesi. È morto durante la notte per le ferite riportate, presso l’Ospedale Pitié-Salpêtrière. Tutti i nostri pensieri vanno alla sua famiglia e alle persone care alle quali esprimiamo la nostra solidarietà.

I suoi amic* e compagn*.

Action-Antifasciste-Paris-BanlieueBondy-autrement, Libération, La Repubblica

Posted in General.

Tagged with , , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.