Skip to content


Resistenza elettrica! Stop Racism! Stop Business!

Cibo avariato o scaduto e comunque insufficiente per sfamare tutti. Bagni mai disinfettati, asciugamani cambiati ogni due mesi, camere sovraffollate con posti letto in eccesso rispetto a quelli che la struttura poteva ospitare, intimidazioni e ricatti… Pare che questi siano alcuni motivi della pacchia nei centri d’accoglienza in provincia di Firenze. Accanto al razzismo di chi spara, c’è sempre il razzismo economico di chi specula e sfrutta…

Frattanto cresce anche il business della «sicurezza». A Bologna e in altre dieci città il Ministro dell’Inferno sta per mandare un bel mucchio di pistole taser per polizia e carabinieri.

Il taser è una pistola gialla e blu che costa 1000 euro e spara fino a 7 metri una scarica da 50.000 volt.

Persino l’ONU e Amnesty International hanno criticato l’impiego del taser per i tanti danni irreversibili alla salute che ha provocato, e hanno raccomandato di non mirare mai su torace, testa, collo, genitali, e di allertare subito il 118 per soccorrere la persona colpita. È classificata come «arma non letale», il che permette di derubricare a «incidente» ogni eventuale omicidio…

Metterla in mano a forze di polizia in gran parte fascistizzate, che hanno già ucciso tante persone disarmate e indifese, provocherà altri drammi e altri morti. E basta considerare le reazioni stizzite e indignate dei sindacati di polizia al film su Stefano Cucchi per capire che il taser è una minaccia per tutte e tutti.

Resistenza elettrica! Stop Sicurezza Business!

Posted in General.

Tagged with , , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

You must be logged in to post a comment.